bibbia-san-pietro-2-1.jpg

Cantar di Pietre 2021 - Appuntamenti

10 / 10

Lugano, Cattedrale di S. Lorenzo, ore 17.00
La grazia del volgare

Musica e letteratura al tempo di Dante

Amanda Sandrelli, voce recitante
Anonima Frottolisti
In collaborazione con AAMC - VESPERALI

La “rivoluzione” che spinse molti autori a sviluppare l’uso della lingua volgare nelle produzioni letterarie colte, tra XIII e XIV secolo, riveste, ancora oggi, uno dei momenti fondamentali della storia culturale occidentale. È Dante Alighieri, grazie alle sue opere, a raccontare questa fase in modo sublime: non solo con la scrittura di sua produzione ma attraverso l’influenza che egli stesso seppe elargire sui contemporanei in ogni forma d’arte. Così come nelle testimonianze letterali, anche la musica subì il fascino di questa innovazione. Tramite il francescanesimo, lo sviluppo della lirica francese, trobadorica e trovierica, le cantigas in Spagna e in Germania con le opere dei minnesänger, l’uso delle lingue “regionali”, divenne patrimonio universale di tutti i poeti a cavallo tra XIII e XIV secolo.

Amanda-Sandrelli2.jpg
Anonima Frottolisti
loghi 10.10