Contrada Cavalier Pellanda 4,

6710 Biasca (Svizzera)

Casella Postale n. 1436
tel. +41 (0)91 862.33.27
mobile +41 (0)79 681.33.75

fax +41 (0)91 862.42.69

tel. +41 (0)91 862.33.27

mobile +41 (0)79 681.33.75

I luoghi

Quinto, Chiesa dei SS. Pietro e Paolo

Porta di una delle più attraenti regioni montane della Svizzera italiana, Quinto è centro di una importante comunità organizzata su diverse frazioni quali Ambrì, Piotta, Varenzo ed Altanca. Tipiche le sue case in legno delle case del Gottardo. La chiesa parrocchiale dei santi Pietro e Paolo è documentata nel 1227, ma indagini archeologiche condotte nel 1972-73 hanno confermato che la sua fondazione risale sicuramente al primo Medioevo.
Lo scavo, infatti, ha riportato alla luce la cripta biabsidale dell’originaria chiesa romanica. L’odierna chiesa è a navata unica con coro semicircolare e tre cappelle laterali - è il risultato di importanti modifiche costruttive, in particolare quelle del 1681 che riutilizzò i conci dell’antica muratura e quelli del 1748 che modificò il posizionamento della navata. Dell’antico romanico, oltre al bellissimo campanile, con fregi d’arcatelle sopra le monofore e le bifore e con incastonati nelle pareti esterne sculture appartenute alla primitiva costruzione, si è conservata una porzione di muro, verso nord, parte dell’antica abside. All’interno, la volta a botte in gesso copre la navata decorata dai fratelli Calgari a metà del XIX secolo.
Nel coro, con stucchi rococò variopinti realizzati da Joseph Moosbrugger di Bregenzerwald, vi è il settecentesco altare ligneo, a tempio poligonale. L’edificio sacro è ricco di dipinti settecenteschi e di paliotti in scagliola.