I luoghi

Lugano, Cattedrale di S. Lorenzo

La cattedrale di San Lorenzo è sede vescovile della diocesi omonima.
Di origine altomedievale, è stata ricostruita nel corso del XV secolo; ha ricevuto il titolo di cattedrale nel 1888 e dal 1971 è sede vescovile.
Viene citata già nell’anno 818 con l’appellativo di plebana, quando l’edificio era orientato in senso opposto rispetto all’edificio attuale (scavi archeologici effettuati nell’attuale sagrato hanno infatti riportato alla luce l’originaria abside). La pianta dell’edificio attuale è a tre navate, il campanile presenta una base romanica cui sono stati aggiunti successivamente due piani in stile barocco ed una lanterna ottagonale. Nel corso del XX secolo l’edificio è stato radicalmente ristrutturato, con l’eliminazione di due cappelle laterali e l’esecuzione di alcuni affreschi di Ernesto Rusca.
Il 7 settembre 1888 con la bolla pontificia Ad universam, Papa Leone XIII costituì la diocesi di Lugano ed elevò la collegiata al rango di cattedrale.
L’altare maggiore, dedicato a S. Lorenzo è il rutto di interventi di Giovanni Battista Pinchetti della Val d’Intelvi su disegno di Andrea Biffi, in seguito rielaborato dagli scultori Francesco Aprile detto il Pantera di Carona e da Silva di Morbio. è stato ulteriormente arricchito con l’aggiunta delle statue raffiguranti S. Lorenzo e S. Stefano realizzate nel 1705 da Giuseppe Rusnati su disegno di Francesco Pozzi di Lugano. Nella nicchia centrale campeggia un ricco Crocifisso.

Lugano - S
Lugano - S