I luoghi

Morbio, chiesa di S. Giorgio

Anche se l'origine della costruzione va ricercata nei secoli a cavallo del primo millennio, essa viene citata per la prima volta in documenti  risalenti al 1504.

Gli scavi  effettuati a metà degli anni '70 hanno accertato il succedersi di  sette chiese, di cui la prima eretta verso il VII secolo. Si trattava di un piccolo sacello a navata unica e abside quadra.

Nel XII secolo appare un altro edificio con abside semicircolare e un piccolo campanile. Importanti mutamenti avvengono all'inizio del XIV secolo quando viene demolito il campanile e sostituito con l'attuale, mentre la chiesa conosce un ulteriore allungamento sul lato est.

Nel 1550 la chiesa vive un nuovo, radicale cambiamento che la porta alle attuali tre navate, con l'altare maggiore al centro. Più tardi verrà costruita, appoggiandola a parte della facciata ovest, una piccola casa parrocchiale, demolita nel 1942.

La chiesa ha dunque oggi una pianta a tre navate con una copertura a capriate.

All'interno è presente un organo a canne, di pregevole interesse storico artistico, costruito nel 1773 a Belvedere Ostrense (Italia) e restaurato nel 1978 dal maestro organaro Alessandro Girotto.

Contrada Cavalier Pellanda 4,

6710 Biasca (Svizzera)

Casella Postale n. 1436
tel. +41 (0)91 862.33.27
mobile +41 (0)79 681.33.75

fax +41 (0)91 862.42.69

tel. +41 (0)91 862.33.27

mobile +41 (0)79 681.33.75